Secondo la Cassazione, il motivo è giustificato solo in pochi casi. Precisamente, il caso di cessazione di detenzione del veicolo da parte del proprietario o la situazione imprevedibile e incoercibile che impedisca al proprietario stesso di sapere chi lo abbia guidato un determinato momento. A stabilirlo una recente sentenza della Corte di Cassazione, Sezione seconda,…

Lo hanno stabilito il Tribunale di Alessandria, confermato la Corte di Appello di Torino e la Corte di cassazione con provvedimento del 12.11.2018. Questo il caso: un dipendente di una nota società pubblica di Alessandria postava sul proprio profilo Facebook dichiarazioni pesantemente diffamatorie e denigratorie del proprio datore di lavoro il quale decide di licenziarlo….

A ribadirlo è la Sezione prima civile della Corte di Cassazione nell’ordinanza 24 ottobre – 10 dicembre 2018, n. 31902. Chiamata a decidere su un provvedimento emesso dalla Corte d’appello del Tribunale dei minorenni, in relazione agli articoli 316 e 337 bis del codice civile, con riferimento all’esercizio della genitorialità, al regime di frequentazione e…